Allergy day 2008, domani la giornata nazionale delle allergie.

Medici specialisti offriranno ai cittadini chiarimenti sulle cause, sui disturbi, sui modi di prevenire e curarle. Distribuito anche un questionario ‘Scopri se sei allergico’ grazie al quale ognuno potrà verificare la propria predisposizione.

Tre italiani su 10 ne soffrono regolarmente, e uno su due le ha sperimentate almeno una volta nella vita. Le allergie sono la vera epidemia del Terzo millennio. Non hanno dubbi gli esperti della Federazione delle società allergologiche, che alla vigilia dell’ Allergy Day in programma domani su tutto il territorio nazionale lanciano il loro slogan: “L’allergia si vince”. Per riuscirci e’ indispensabile pero’ una diagnosi precoce e corretta, che permetta di avviare al piu’ presto una terapia ‘su misura’ contro starnuti e occhi infiammati.

Ambulatori ospedalieri aperti e incontri di sensibilizzazione alla cittadinanza. Queste le principali iniziative della Giornata nazionale delle allergie promossa da Aaito (Associazione allergologi e immunologi territoriali e ospedalieri), Siaic (Società italiana di allergologia e immunologia clinica) e Siica (Società italiana di immunologia, immunologia clinica e allergologia), tutte riunite sotto il grande ‘ombrello’ della Federazione società allergologiche.

Domani, dunque, i cittadini troveranno in tutta la Penisola medici specialisti pronti a chiarire le cause dell’allergia, i sintomi e le possibili soluzioni. In particolare, riferisce una nota, verrà distribuito il questionario ‘Scopri se sei allergico’: 5 domande grazie alle quali ognuno potra’ verificare la propria predisposizione alle malattie allergiche. Il test è già disponibile in molte Asl italiane, e domani potra’ essere consegnato compilato ai centri aderenti all’iniziativa, dove verrà rapidamente valutato. L’elenco delle strutture partecipanti è online su www.siaic.net.

Gli esperti ricordano che le allergie sono comuni a tutte le età, peggiorano la qualità di vita e costano molto alla società. Le più diffuse sono quelle respiratorie (asma e rinite) dovute a pollini, acari della polvere o peli di animali come cani e gatti; seguono le allergie alimentari, quelle ai farmaci e altre meno conosciute, ma molto pericolose (per esempio le reazioni al veleno di api, vespe e calabroni).

Le allergie più gravi possono anche essere fatali, e da qui l’importanza di un trattamento tempestivo e mirato. Oggi, assicurano gli specialisti, esistono terapie efficaci che possono garantire una vita normale. Oltre ai vaccini, che promettono anche di ‘frenare’ l’evoluzione delle malattie allergiche, sono in commercio farmaci sempre più tollerati da scegliere col medico.
da : adn

Leave a Reply