PEC : Posta elettronica certificata gratuita per tutti.

Il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione,Renato Brunetta, ha promosso un’iniziativa che prevede la distribuzione di una casella di posta elettronica certificata a tutti i cittadini che ne fanno richiesta.
,,,,,,,

Art. 16-bis comma 5, della Legge n°2 del 2009 – Legge di conversione con modificazioni del D.L. n. 185 del 2008, recante misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale.

Misure di semplificazione per le famiglie e per le imprese.

COMMA 5. Per favorire la realizzazione degli obiettivi di massima diffusione delle tecnologie telematiche nelle comunicazioni, previsti dal codice dell’amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, ai cittadini che ne fanno richiesta è attribuita una casella di posta elettronica
certificata o analogo indirizzo di posta elettronica basato su tecnologie che certifichino data e ora dell’invio e della ricezione delle comunicazioni e l’integrità del contenuto delle stesse, garantendo l’interoperabilità con analoghi sistemi internazionali. L’utilizzo della posta elettronica certificata avviene ai sensi degli articoli 6 e 48 del citato codice di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005, con effetto equivalente, ove necessario, alla notificazione per mezzo della posta. Le comunicazioni che transitano per la predetta casella di posta elettronica certificata sono senza oneri.
,,,,,,,,,

Il servizio offerto crea un canale di comunicazione privilegiato tra PA e cittadini, in pratica si concretizza nella messa a disposizione di una normale casella di posta elettronica che però attesta automaticamente l’invio e la consegna dei messaggi proprio come una raccomandata con ricevuta di ritorno, garantendone la provenienza e la destinazione e permettendo di inviare e ricevere messaggi in sicurezza e con valenza legale.
Ogni cittadino che aderisce al servizio può dialogare con PA da casa o con qualsiasi dispositivo in grado di connettersi a internet, in modalità sicura e certificata.

Usare la PEC significa evitare di perdere tempo in coda agli sportelli, sbrigare prima le proprie pratiche amministrative e risparmiare i costi per l’invio di raccomandate a/r. Questo permette di avere un rapporto con la pubblica amministrazione rapido, semplice, diretto, economico e certo.

La PEC per comunicare con la PA è gratuita, con essa si può dialogare  con gli uffici della pubblica  amministrazione direttamente via e-mail, senza dover produrre copie cartacee e senza doversi presentare agli uffici. Attivarla vuol dire risparmiare tempo e denaro. Oltre ad essere utile è un diritto del cittadino: la pubblica amministrazione infatti ha il dovere di rispondere tramite PEC a tutte le comunicazioni pervenute tramite PEC.
,,,,,,,

Art.6 del Codice dell’Amministrazione Digitale.
Utilizzo della posta elettronica certificata.
1. Le pubbliche amministrazioni centrali utilizzano la posta elettronica certificata, di cui al decreto
del Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n. 68, per ogni scambio di documenti e
informazioni con i soggetti interessati che ne fanno richiesta e che hanno preventivamente
dichiarato il proprio indirizzo di posta elettronica certificata.
2. Le disposizioni di cui al comma 1 si applicano anche alle pubbliche amministrazioni regionali e
locali salvo che non sia diversamente stabilito.
,,,,,,,,,

Inoltre con la PEC gratuita per il cittadino si potrà usufruire di una serie di servizi aggiuntivi non a pagamento, quali:

* ricezione di un messaggio di avviso sulla propria casella di posta elettronica tradizionale per ogni PEC ricevuta dal cittadino;
* disponibilità di uno spazio di memoria nel quale archiviare i documenti scambiati;
* disponibilità di un indirizzario delle PA provviste di PEC;
* assistenza tramite un Call Center;
e di una serie di servizi aggiuntivi a pagamento, quali:

* firma digitale;
* segnalazione attraverso SMS, IVR e posta cartacea dei messaggi scambiati tramite PEC;
* calendario degli eventi, con indicazione delle principali scadenze d’interesse (es. pagamento imposte).

Ad oggi si può richiedere la PEC gratuitamente al numero verde del Call Center ACI o allo sportello ACI più vicino, oppure, se in possesso del PIN per i servizi on line dell’INPS, si può richiedere direttamente sul sito dell’INPS. L’attivazione della PEC prevede il riconoscimento a vista, effettuato presso uno degli uffici autorizzati.

A partire da gennaio 2010 la PEC potrà essere richiesta gratuitamente al concessionario individuato dal Ministero per la pubblica amministrazione e l’innovazione.

da : innovazionepa

2 Comments

  1. gioan77 says:

    Ottima iniziativa, ma il percorso non è chiaro, la maggior parte di siti web in merito alla Posta Certificata chiedono una quota mensile od annuua quindi vorrei sapere se come Pubblica Amministrazione offrite questo servizio gratis. Grazie

  2. dama says:

    caro gioan,la pec è assolutamente gratuita,come si evince chiaramente dal mio post,non ti far imbrogliare.
    Ora puoi andare anche sul sito governativo e richiederla e attivarla online gratis sempre.
    Pertanto ti lascio il link http://www.postacertificata.gov.it/home/index.dot.
    Sperando di esserti stata utile cosi’ come ad altri lettori,colgo l’occasione per ringraziarti nel seguire il mio blog …continua a seguirci. ciao e ancora felice anno. :-)

Leave a Reply