H1N1: denuncia delle verità nascoste

Solo due parole….

Non ci vogliono altre parole ,perche’ tutto e’ stato detto nel bellissimo ,interessantissimo e coraggiosissimo discorso riportato e tradotto da me (spero bene ).
Una sola considerazione a tutto cio’ , noi siamo nulla nelle mani di molti, troppi, senza scrupolo.
Abbiamo subito per quanto riguarda la problematica dei vaccino per H1N1 un vero hype, una verità implicita che abbiamo subito senza aver modo di poter verificare personalmente o di conoscere meglio gli approfondimenti e le conseguenze vere sull’argomento vaccini e pandemia.
Un plauso di lode al Dr. Wolfgang Wodarg che alza la voce per la verita’, solo con altre voci, quali voglio ricordare suor Teresa Forcades Vila medico anch’essa, della quale tempo fa’ scrissi un post sulla sua denuncia verita’.
Pertanto ho voluto ancora portare in evidenza le verita’ nascoste , ma evidenziate da queste persone meritevoli di lode infinita.
Infatti il 26 Gennaio a strasburgo ha avuto luogo, durante la sessione plenaria dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa ,una pubblica audizione parlamentare dal titolo “Far fronte alla pandemia H1N1 : e’ necessaria  più trasparenza ?
Alcuni membri dell’Assemblea – tra cui il presidente uscente della sottocommissione PACE in materia di sanità, il dottor Wolfgang Wodarg (Germania, SOC) – l’iniziatore del rapporto – chiamato in una sessione nel mese di dicembre, dall’Assemblea a trattare questa questione.
L’udienza e’ stata aperta alla stampa.
Sia l’audizione, che la conferenza stampa sono stati trasmessi in diretta su Internet.
Questa la dichiarazione presentata dal Dr. Wolfgang Wodarg, un noto medico esperto ed ex presidente del sottocomitato per la salute dell ‘Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa.

Il testo completo da me tradotto :

<<Vorrei darvi una breve relazione sullo stato di ciò che è avvenuto negli ultimi anni e qual è la situazione oggi.  Vediamo che la popolazione è esposta a una leggera influenza.Persone si ammalano come di solito accade durante la stagione invernale. Alcuni hanno anche sintomi respiratori. Ma la portata è molto piu’ ridotta rispetto gli anni precedenti.
Prima di questo sviluppo e queste esperienze soggettive nella popolazione, abbiamo visto che lo scorso aprile ci sono stati molti casi intensi su una diffusione d’influenza  a Città del Messico e la sua regione, una regione con circa 20 milioni di abitanti, vale a dire una zona molto densamente popolata.
Tenuto conto del fatto che l’influenza è sempre una malattia molto contagiosa che si diffonde molto rapidamente e porta a un gran numero di casi, è stato sorprendente vedere la misura in cui l’attenzione si è concentrata già dopo la segnalazione di solo centinaia di casi.
Dopo 1000 casi, la parola pandemia si e’ diffusa.
Vorrei darvi una relazione sulla situazione di una città in cui ho stabilito una sentinella a pochi anni fa, che era Flensburg, una città di meno di 100.000 abitanti.
Qui siamo stati in grado di osservare regolarmente quante persone sono andate dal medico e avevano i sintomi tipici dell’influenza.
Nella stagione invernale almeno il 10% della popolazione si è ammalato, quindi più di diecimila persone hanno sviluppato sintomi influenzali entro le due settimane di tempo e tra di loro fino al 30%, con una varietà di influenza.
In tale regione, secondo l’OMS, di solito l’influenza stagionale conta da 10 a 13 casi mortali attribuibili all’influenza.
In Messico nel 2009  ci sono stati addirittura 1000 persone che avevano contratto la malattia e circa 11 decessi attribuibili ad essa, quando scoppiò il panico su questa nuova infezione influenzale.
Coloro che hanno più di 60 anni di età difficilmente hanno contratto l’influenza.
È ormai chiaro che nel frattempo l’influenza ha colpito la maggior parte dei giovani.
Vi è un numero relativamente elevato di giovani che hanno contratto l’influenza e questo non sorprende affatto.
Di solito, quando si osserva l’insorgere dell’influenza , uno dei fattori che ci aiuta a determinare  se sia già conosciuta o no, è la presenza fra gli anziani.
Infatti, se gli anziani non si ammalano dovrebbero già avere l’immunità contro il virus, a causa di infezioni precedenti, o di ex vaccinazioni .
In relazione a questo, devo ricordare che non ci sono dubbi su chi è la causa dell’allarme per l’influenza aviaria nel 2005/2006, una malattia degli uccelli che in realtà non è mai stata trasmessa da uomo a uomo.
Era stato osservato un solo caso, si cumulano fino a nemmeno 500 in tutto il mondo.
Questi casi sono stati trovati tra gli esseri umani, che erano intensamente esposti all’influenza aviaria, poiche’ restavano in contatto con animali malati.
E ‘stato poi dichiarato ufficialmente dai termini OMS, in preda al panico, che questa influenza avrebbe potuto minacciare l’umanità e che un gran numero di esseri umani avrebbero potuto ammalarsi e morire.
Questo e’ il motivo percui e’ stato acquistato e fornito questo farmaco da miliardi di dollari fino a questo momento.
Dal punto di vista scientifico, questo farmaco non e’ mai stato clinicamente testato per la malattia per cui è stato commercializzato, dato che l’influenza aviaria non era mai diventata contagiosa tra gli esseri umani, e infatti tali farmaci non possono essere testati per la malattia, ma devono essere foniti solo per il fatto che non esiste cura specifica.
Questo mi ha reso molto scettico ora.
Da allora ho osservato, come piani di pandemia sono stati sviluppati in molti paesi e in che modo “in caso di pandemia” è stato formulato. Come conseguenza di questo hype, per l’influenza aviaria sono stati firmati molti contratti tra gli Stati nazionali e le case farmaceutiche , in modo da garantire la disponibilità dei vaccini in caso di una pandemia vera in futuro.
Le società farmaceutiche poi hanno iniziato a creare una seconda linea di vaccini contro l’influenza e per una pandemica .
Hanno sviluppato i loro nuovi vaccini utilizzando specifici coadiuvanti brevettati o di allevamento per l’antigene del virus futuro.
Questa è la ragione , perché i vaccini che ne derivano potrebbero essere monopolizzati da poche aziende e commercializzati a un prezzo molto più elevato dei vaccini stagionali, che sono tradizionalmente prodotte in uova di gallina e che potrebbe essere forniti in parallelo e quindi molto velocemente, da molti laboratori in tutto il mondo, utilizzando i canali senza procedure di brevetto.
Sembra che l’indicazione per i nuovi vaccini brevettati siano principalmente seguite da strategie economiche e non al fine di ottimizzare le esigenze della salute pubblica.
Ma questo deve essere scientificamente chiesto.
L’incremento con vaccini contro le pandemie a livello nazionale, è stato diffuso in molti paesi.
Questi contratti e impegni di marketing sono entrati in vigore quando la pandemia globale di influenza è stato dichiarata dalla OMS.
Così l’OMS sostanzialmente ha controllato l’attuazione dei piani di pandemia e di preparazione e questo per ricavi elevati per i produttori interessati di vaccini contro le pandemie e alcuni farmaci antivirali.
I contratti firmati tra gli Stati e le aziende farmaceutiche sono stati segreti per la maggioranza, perché le compagnie farmaceutiche hanno insistito sulla loro mancata pubblicazione.
Solo di recente alcuni di essi sono stati resi pubblici da parte di informatori.
L’OMS con la sua decisione di annunciare la pandemia quindi ha avuto un ruolo fondamentale.Con il suo annuncio, ha anche deciso sulla spesa pubblica, riscontrabile dai bilanci nazionali in tutto il mondo.
Secondo gli analisti, l’importo e’ pari a 18 miliardi di dollari.
Un sacco di soldi che sarebbero potuti essere utilizzati per molti altri problemi di salute.
Ogni giorno ci sono 26.000 bambini in tutto il mondo che muoiono di malattie evitabili e di denutrizione!
Questo è qualcosa che dobbiamo prendere in considerazione quando si guarda la ripartizione delle spese sanitarie.
L’ 11 giugno 2009, l’OMS ha alzato il livello di allerta pandemia influenzale dalla fase 5 a 6 e ha dichiarato una pandemia globale di influenza.
Pertanto, i contratti sono stati stabiliti per l’effetto di tutto cio’.
Le società farmaceutiche devono essere state in attesa di questo annuncio, che è stato fatto anche se l’influenza è stata relativamente mite.
Ciò è stato possibile perché una nuova definizione dei livelli di pandemia era stato adottato solo in anticipo.
Io vi darò la vecchia definizione di  pandemia, o di ciò che era considerato una pandemia, che è citato dal Piano pandemico nazionale della Germania.
Gli stessi criteri sono stati utilizzati in numerose pubblicazioni dell’OMS e utilizzati da standard internazionali.
La definizione, che è stata usata dalle autorità sanitarie tedesche nel maggio 2007, così recita: “Una pandemia influenzale è un’epidemia mondiale causata da un nuovo ceppo del virus che porta a tassi d’infezione e di mortalità che supera le onde di stagione, ma allo stesso modo pesante indiversi ordini di grandezza. Una precondizione per una pandemia influenzale è la comparsa di un sottotipo virale che non era ancora diffuso tra la popolazione umana o che era accaduto tanto tempo prima che non fa rimanere immunità tra la popolazione e che è in grado di provocare grave malattia e di diffondere in modo efficace da un essere umano ad un altro. ”
Questi criteri diversi non si applicano all’ influenza che abbiamo osservato lo scorso anno.
Pertanto, l’attuale “pandemia” non poteva che essere lanciata,e quindi  modificando la definizione di una pandemia e abbassando la soglia per la sua dichiarazione. La discussione su come cambiare la definizione con l’ordine del giorno OMS in caso di pandemia è venuto a galla lo scorso maggio, quando decine di Stati membri hanno chiesto all’organizzazione di ritirarsi perché avevano paura di questa nuova definizione per aumentare il panico e portare a ingiustificate spese elevate.
E ‘solo questo il cambiamento che ha permesso di trasformare un’ influenza relativamente mite in una pandemia mondiale, per attuare piani di cui trattasi.
Le aziende farmaceutiche hanno consentito di trasformare i loro contratti con molti governi di tutto il mondo in contanti.
Quindi milioni di persone sono state vaccinate per nessuna buona ragione, e i bambini sono stati vaccinati mentre non era ancora chiaro, se il vaccino avesse avuto un effetto positivo su di loro, perché questo non è mai stato clinicamente testato e provato.
I cosiddetti “vaccini” per la pandemia sono stati utilizzati. Essi creano rischi maggiori rispetto ai solito vaccini contro l’influenza stagionale:  sono stati aggiunti e iniettati alcuni coadiuvanti, per quello che sappiamo, che stimolano il collettore del sistema immunitario, il che significa che potrebbe portare a malattie autoimmuni (come la sclerosi multipla) e complicazioni immunologiche e piu’ forti effetti collaterali locali.
Nuove procedure sono state ammesse sul mercato per la produzione di vaccini, comprendendo l’uso di bio reattori, e cellule tumorali.
La possibilità che le loro proteine potrebbero provocare il cancro quando iniettato, involontariamente per le impurità nel paziente non è mai stato escluso dalla sperimentazione clinica, che ha bisogno di un periodo molto più lungo di osservazione,e  non escludendo altri effetti collaterali, come reazioni allergiche acute e quelle tossiche.
Così possiamo vedere che l’OMS ha intrapreso un’azione incomprensibile, che fino ad ora non è mai stata giustificata da alcuna prova scientifica.
Sembra quindi giusto esaminare la questione in seno al Consiglio d’Europa, per scoprire come l’OMS puo’ intraprendere tale azione rischiosa a dispetto di un sacco di voci di allarme e di protesta da parte degli scienziati e governi nazionali.
Lo ha fatto nel caso di influenza aviaria e di nuovo per l’influenza suina.
Le principali questioni di indagare sono: Perché è stato fatto? Chi e’ dietro a tutto questo? Qual’e’ il nucleo di questa partnership pubblico-privata che è stata introdotto dieci anni fa? Qual è il ruolo delle imprese,che partecipano a decisioni rilevanti e di pertinenza e Chi si assume la responsabilità globale?.>>

Testo originale in inglese  : Dr. Wolfgang Wodarg

No Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. Influenza A/H1N1 »  H1N1: denuncia delle verità nascoste – liberespressioni - [...] Solo due parole…. Non ci vogliono altre parole ,perche’ tutto e’ stato detto nel bellissimo ,interessantissimo e coraggiosissimo discorso …

Leave a Reply