Auto elettrica : finalmente arriva nelle nostre citta’.

Ispirato dal sistema Velib cioe’ il bike sharing cittadino, il progetto Autolib è comunque completamente diverso. Questo proggetto fornirà ai parigini e gli abitanti delle comunità circostanti 3.000 auto elettriche, una cifra che potrebbe crescere dopo l’apertura del servizio nel mese di settembre 2011.Infatti 1000 stazioni dovranno essere installate, di cui 700 a Parigi e 300 stazioni in periferia. Dei sei candidati dichiarati per l’appalto del progetto, quattro restano in lizza oggi – ADA, Bolloré, Avis – RATP – SNCF – VINCI Park e  VTLIB . La selezione finale è prevista per dicembre 2010 con uno dei criteri chiave: affrontare la sfida tecnologica rappresentata da tale servizio, che utilizza sofisticati sistemi di gestione (su prenotazione il veicolo dal luogo e all’arrivo, GPS, ecc.) Vi saranno le Blue Car della Bolloré (250 km di autonomia, velocità massima di 130 km / h) e Cleanova del gruppo Dassault (150-200 km di autonomia, 120 chilometri all’ora di velocità massima).

In ogni regione, verrà introdotta una sovvenzione pubblica, limitata a € 50.000 per ogni stazione Autolib ,vale a dire per il 1400 stazioni di proposta, un contributo totale di € 70.000.000. In cambio, i comuni riceveranno una tassa di occupazione per un importo di 750 euro per posto all’anno. In effetti, i sondaggi mostrano un grande entusiasmo per il progetto: il 73% dei parigini sono positivi, mentre in Ile de France, 2,4 milioni di persone che dichiarano di voler utilizzare Autolib mentre 1,2milioni  sarebbe disposta a vendere il proprio veicolo o di diminuire il suo uso.

Pertanto tutti ormai siamo portati verso il risparmio ma nel nome del rispetto dell’ambiente, soprattutto nelle nostre citta’ ormai sature d’aria irrespirabile e che ci provoca allergie e tanti altri problemi di salute molto gravi.

Basti pensare che oltre l’aspetto ecologico del progetto, l’aspetto economico è stato ampiamente promosso dalla Città di Parigi.
Infatti un uso standard Autolib sarebbe pari a meno di 20 euro al mese,con versamento di garanzia e cauzione di circa 600 euro,e costi di ricarica forfait al giorno di 21 euro; mentre un auto privata costa circa 400 euro al mese. Con Autolib, si paga solo per ciò che si consuma,percio’ si potranno agevolare le persone che non possono permettersi una macchina, ma anche coloro che sono disposti a rinunciare alla loro auto in nome del risparmio e della salute.

In termini ambientali, il Comune prevede una riduzione nel parco privato di 22.500 veicoli,infatti secondo recenti studi, per ogni veicolo Autolib messo in servizio, sette autovetture sono state vendute in seguito con una conseguente riduzione delle emissioni di CO2 di 22.000 tonnellate all’anno. Il 3% della popolazione dovrebbe anche rinunciare l’acquisto di un veicolo nel prossimi anni, grazie a questo nuovo servizio. Infine, la certezza che il 50% dell’energia elettrica che alimenta i veicoli devono obbligatoriamente provenire da fonti rinnovabili.

Percio’ anche se in ritardo l’auto elettrica sta per approdare nelle nostre citta’ finalmente,accogliamola tanto da promuoverla per la salvezza del nostro ambiente , la nostra salute e non ultimo il nostro risparmio.
Questo progetto approdera’ anche in Inghilterra nella citta’ di Londra tra non molto e Berlino ,ma anche in Italia.
Infatti la Mercedes  ha stipulato un accordo con Enel per un progetto sperimentale il progetto e-mobility ,che portera’ la  distribuizione di 100 Smart ED elettriche fra Roma, Milano e Pisa entro fine anno e dove McDonald’s dara’ la possibilita’ di creare aree per le colonnine di ricarica.
Ma prevede anche la consegna di 300 vetture in America, 200 in Germania e Francia, 100 in Italia e Gran Bretagna e 50 in Svizzera e Spagna.
Il canone mensile dovrebbe essere di circa  480 euro al mese con costi di ricarica pari a circa 25 euro al mese, una tariffa flat Enel .
Anche Nissan-Renault, insieme alla multiutility A2A e con il Comune di Milano, sperimenterà un servizio simile che prevedera’ l’installazione a Milano di 200 punti di ricarica e 70 a Brescia. Il canone d’affitto della vettura sarà di circa 500 euro al mese mentre i costi di ricarica  saranno di circa 25 euro.

D’altraparte l’autonomia media di una vettura elettrica con batteria agli ioni di litio è di circa  120-130 km….si puo’ stare tranquilli ormai.

Leave a Reply