Energia solare catturata anche di notte.

I ricercatori dell’ Idaho National Laboratory, insieme con i partner in Microcontinuum Inc. (Cambridge, MA) e Patrick Pinhero dell’Università di Missouri, stanno sviluppando un nuovo modo per raccogliere l’energia dal sole con una tecnologia che potrebbe potenzialmente costo di pochi centesimi al foglio, sia impresso su materiali flessibili e ancora trarre energia dopo che il sole è tramontato.

Il ricercatore del INL Steven Novack ha scoperto che da un foglio di plastica di matrici di nanoantenna, sintonizzate sulla stessa lunghezza d’onda degli IR , si puo’ catturare piu’ dell’ 80% .
Infatti Novack ha osservato che che quasi la meta’ dell’energia disponibile nello spettro solare arriva sulla terra nella banda degli infrarossi , IR , e viene riemessa di notte dal terreno sotto forma di calore.
Pertanto le radiazioni salgono verso l’atmosfera,ma sono trattenute in parte dalle nuvole che le reiviano a terra.
Ogni nanoantenna è ampia come 1/25 del diametro di un capello umano, percio’ puo’ catturare l’ energia sia dalla luce solare sia dal calore della terra, con maggiore efficienza rispetto alle celle solari tradizionali. Circuiti minuscoli che assorbono energia proprio come l’antenna del televisore o del telefono cellulare.
In pratica Novack ha inventato pannelli solari per la produzione di energia, che funzionano anche di notte.

Inoltre e’ dimostrato che i pannelli solari in commercio sono piu’ costosi  e trasformano in energia solo il 20% dell’energia utilizzabile rispetto le nanoantenne,infatti quest’ultime  possono essere stampate su materiali sottili e flessibili come il polietilene, una plastica che è comunemente usata per sacchetti e involucri di plastica.
Dimostrato dal fatto che la prima squadra di antenne sono state stampate sui sacchetti di plastica usati per fornire il Wall Street Journal, perché avevano il giusto spessore.
Questo a dimostrare che non solo si potranno usare sui tetti delle case ma anche per piu’ piccoli usi tipo carica batterie ecc.
La squadra INL infatti, prevede che le antenne potrebbero un giorno essere prodotte come un foglio o una pellicola di plastica su  macchine a rullo nelle fabbriche.

Trovata quindi la soluzione per catturare l’energia, la ricerca sta continuando per cercare di ottimizzare la conversione dell’energia ,cioe’ per trasformare l’alta frequenza in corrente alternata (AC) a corrente continua (DC) che può essere immagazzinata in batterie.
Una possibilità è la creazione di antenne con una forma a spirale e raddrizzatori ad alta velocità, o diodi speciali, tutto allo scopo di convertire l’energia elettrica da corrente alternata a corrente continua.
La squadra ha un brevetto su una varietà di metodi di conversione dell’energia potenziale. Essi prevedono che sono solo pochi anni di distanza dalla creazione di una nuova generazione di pannelli solari.

No Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. Fotovoltaico - I Forum di Investireoggi - [...] Energia solare catturata anche di notte. - liberespressioni [...]
  2. Nucleare, fiducia sul decreto Omnibus Domani il via alla discussione in aula - Pagina 6 - Politica in Rete Forum - [...] decreto Omnibus Domani il via alla discussione in aula Inolte il primo link dice anche …

Leave a Reply