IEO : assistenza speciale pazienti e familiari

Nasce IEO Viaggiarefacile,un servizio per prenotare viaggio e alloggio a tariffe speciali.
Un progetto ideato e voluto per accogliere il Paziente già dalla prima telefonata.
È attivo dal 11 luglio 2011 all’Istituto Europeo di Oncologia “IEO Viaggiarefacile”,
il primo servizio realizzato in Italia da un ospedale per accogliere i Pazienti più lontani,
prenotando viaggio e alloggio a tariffe speciali, grazie a un supporto organizzativo
professionale, attento a ogni esigenza di trasferta dei Pazienti e dei familiari accompagnatori.
Sono oltre 50.000 mila, infatti, i pazienti non residenti in Lombardia – pari a circa il 50 % del
totale – che ogni anno raggiungono l’Istituto Europeo di Oncologia per visite o terapie: per
dare una risposta più strutturata a questa crescente domanda, IEO ha coinvolto i tre
Partner Alitalia, Atahotels e Settimotours, che hanno immediatamente aderito al progetto,
confermando il loro impegno di Corporate Social Responsibility.
A ogni prenotazione – visita, ricovero, terapia, day hospital, ecc – il paziente riceve una e-mail
di conferma, con i dettagli per facilitare l’accesso alla struttura e alle cure: da oggi
un’apposita sezione è dedicata a “IEO Viaggiarefacile” con i vantaggi offerti dal
servizio.
Compilando il modulo online il Paziente attiva la richiesta e, nell’arco di poche ore, viene
ricontattato telefonicamente dal personale dedicato, che si prenderà cura delle necessità
relative a viaggio e alloggio.
Il Paziente – grazie ai servizi di “IEO Viaggiarefacile” potrà quindi prenotare un volo
aereo con Alitalia a tariffe speciali con riduzioni fino al 35%, acquistare biglietti ferroviari,
soggiornare a tariffe agevolate presso il Quark Hotel (sistemazione alberghiera) e presso
il Quark 2 (residence per periodi prolungati): strutture a 4 stelle localizzate nelle vicinanze
dello IEO e raggiunte da un servizio di navetta che le collega direttamente all’Istituto.
Tutti i benefici del servizio “IEO Viaggiarefacile” si estendono anche all’eventuale
accompagnatore del Paziente.
“Lo IEO dà concretezza al modello di ospedale moderno – dichiara Umberto Veronesi,
direttore scientifico dell’Istituto – che mette il paziente al centro della sua organizzazione,
impegnandosi a offrire la massima continuità possibile con l’ambiente da cui la persona
proviene, perché al trauma della malattia non si aggiunga quello dell’isolamento nella struttura
di ricovero. Il nuovo servizio va esattamente in questa direzione.
Per questo allo IEO massima attenzione viene riservata ai dettagli – come l’arredo del camere
doppie o singole, l’orario dei pasti e di visita dei familiari – che contribuiscono al comfort e alla
serenità del paziente durante il ricovero. L’edificio ospedaliero non deve avere un aspetto
Comunicato Redatto dall’Ufficio Stampa dell’Istituto Europeo di Oncologia
punitivo, come fosse un carcere, ma deve invece contribuire a ridurre l’impatto psicologico
della malattia. Con gli stessi principi è stato concepito e realizzato lo IEO Day Center: una
struttura interamente dedicata alle cure che si svolgono in un solo giorno, permettendo al
paziente di tornare a casa alla sera.”
“Grazie alla recente inaugurazione dello IEO Day Center – continua Carlo Ciani,
amministratore delegato IEO – è ulteriormente aumentato il numero di Pazienti provenienti da
altre Regioni, in modo particolare del Sud Italia: questa iniziativa è pensata e dedicata a loro,
perché quando una persona si confronta con una diagnosi di cancro, si trova disorientata,
incerta e spaventata dal percorso da intraprendere. Le distanze e l’organizzazione di un
viaggio, come un eventuale soggiorno per raggiungere il centro a cui ha scelto di affidarsi, non
devono costituire né un ostacolo né un problema difficile da risolvere.
Ringraziamo i Partner di questa iniziativa che hanno subito accolto positivamente la nostra
richiesta per facilitare ulteriormente, dal punto di vista logistico, l’accesso all’Istituto.”
Tutte le informazioni sul servizio “IEO Viaggiarefacile” sono disponibili sul sito www.ieo.it.

Leave a Reply