TERRORISMO / GRAN BRETAGNA

Altri due arresti a Blackburn. Heathrow, evacuato un terminal Ancora paura a Londra e Glasgow. Continui allarmi nella capitale inglese per pacchi e borse sospette. La polizia ha fatto brillare un’auto vicino a una moschea in Scozia. Otto i precedenti arresti, uno eseguito in Australia: tre sono medici. Brown vola nei sondaggi Londra, 3 luglio 2007 – Resta sempre altissima la tensione in Gran Bretagna, dove il grado di allerta sicurezza è stato alzato a livello di «critico» dopo i falliti attentati di Londra e Glasgow.  Due persone sono...

read more

Turchia – Governo e militari alla soglia di uno scontro.

Il primo ministro doveva avere messo in conto che la candidatura di Gul avrebbe incontrato le resistenze dell’elite laiche del paese. Fino all’ultimo deve aver pensato che i vertici militari non sarebbero entrati nel dibattito. Domenica 29 aprile sulla piazza Caglajan di Istanbul centinaia di migliaia di persone provenienti da tutte le parti della Turchia, hanno protestato contro il governo. Nonostante l’allegro sventolio delle bandiere turche e l’aspetto di festa popolare, si è trattato di una manifestazione a favore della Turchia secolare. Il paese è laico e tale deve restare. Questo il...

read more

TERRORISMO: TIMES, “AL QAEDA PRONTA A COLPIRE IN GRAN BRETAGNA”

Torna il terrore in Gran Bretagna. Secondo quanto pubblicato dal Times, che cita fonti dell’intelligence britannica, il ramo di al Qaeda in Iraq, starebbe preparando un attentato terroristico su vasta scala contro obbiettivi britannici e occidentali, forse con l’aiuto dell’Iran. Non si precisa se gli attentati sono previsti in territorio britannico o altrove. Nel rapporto dell’intelligence, si parla di intercettazioni di un esponente di al Qaeda che parla di un attacco dalla conseguenze devastanti, “come a Hiroshima e Nagasaki” per “scuotere il trono...

read more

«Talebani liberi per salvare Prodi»

dal giornale Roma – È uno schiaffo secco e improvviso quello che Hamid Karzai infligge al governo italiano, ripercorrendo le ore concitate della liberazione di Daniele Mastrogiacomo e gettando benzina sul fuoco di polemiche e circostanze mai del tutto chiarite. Un affondo con cui il presidente dell’Afghanistan, in un colpo solo, sconfessa la versione ufficiale del nostro esecutivo e dice in maniera esplicita che la pressione esercitata da Romano Prodi fu determinante per concedere il via libera allo scambio tra i cinque talebani e il giornalista italiano. Una rivelazione...

read more

L’odio degli imam nelle moschee: gli infedeli si uccidono e basta

dal giornale Prediche d’odio e urla d’aiuto. Sono grida diverse, ma comunque grida, quelle che si levano dall’arcipelago Islam. L’Islam d’Italia. E se è stato l’orrore il sentimento più diffuso suscitato dalle incitazioni alla Jihad lanciate dall’imam Kuhaila di Torino e mandate in onda giovedì dalla trasmissione Anno Zero di Michele Santoro, è invece pena l’emozione che scaturisce dall’altro grido, quasi corale, che arriva dal Veneto. Lì, in provincia di Treviso, sei ragazzine africane che non si...

read more

Islamizzazione silenziosa.

La berlinese Porta di Brandeburgo, simbolo della storia tedesca, è sovrastata da una luminosa mezzaluna musulmana: «Mecca Germania, la silenziosa islamizzazione». A lanciare l’allarme in copertina non è la conservatrice die Welt o la tradizionale Frankfurter Allgemeine. A parlare di slittamento «strisciante» verso valori estranei alla società tedesca è l’organo ufficiale del giornalismo liberal, il settimanale amburghese Der Spiegel, bibbia della Germania che conta, più o meno un milione di copie alla settimana. E nel numero apparso ieri in edicola il titolo delle pagine interne è, se...

read more