Quando a flirtare tra legge e potere c’erano Scalfaro, Emiliano e Violante.

Le cene, i salotti e i baciamani. C’è davvero di tutto nell’album vischioso dei rapporti fra politica e giustizia. Antonio Di Pietro strilla per la cena fra i due giudici della Consulta e Berlusconi. Ma rimase zitto, nel ’97, quando l’allora direttore del Tempo Maurizio Belpietro scrisse sul suo giornale quel che il Presidente emerito della Consulta Antonio Baldassarre aveva raccontato, davanti a un tè, in un salotto romano: due giudici, Renato Granata e Gustavo Zagrebelsky si erano orientati a favore del referendum sulla smilitarizzazione della Guardia di finanza. Poi su pressione del...

read more
Pagina 1 di 11